Senza categoria

Buongiorno coccinelle

bozhi-korovki-rasteniyaChissà se questo stato di grazia durerà….Nel dubbio, mi godo ogni singola nottata che ci sta capitando da alcuni mesi a questa parte. Eh sì, le mie Gem stanno diventando grandi. Se escludiamo i raffreddori, i mal di pancia, il caldo e altre varie ed eventuali, da qualche tempo Ludovica e Veronica dormono tutta la notte. Da sole. Nei loro lettini. E a me pare che finalmente la virata giusta sia stata compiuta. Certo, addormentandosi alle 21.30 massimo, non si può pretendere che dormano fino a mattina inoltrata. E infatti la sveglia suona per loro intorno alle 6.30, 7 massimo. Ma è una grande, enorme conquista. Ancora ricordo con angoscia le notti passate a mettere ciucci, rimettere ciucci, sbatacchiare i lettini, far partire i carillon a nastro a causa dei frequenti risvegli.

Dormivano si e no un’ora e mezza, due al massimo senza muoversi, poi cominciava il ballo notturno. Un pianto di qua, una lacrima di là, un urlo, un boato. E via di suddivisione dei compiti: una Gem con me, l’altra con Andrea. Di dormire, bene, neanche a parlarne. Ma ora le mie piccole coccinelle stanno crescendo. I ritmi sonno veglia si stanno piano piano regolarizzando. E io non posso far altro che annotare con gioia il passaggio dalle levatacce notturne ad una pseudo quiete. Certo, hanno ormai due anni. Ovvio, è abbastanza normale. Ma quando, per quasi 24, lunghissimi mesi consecutivi, le notti che dormi senza svegliarti ogni quarto d’ora le conti sulle dita di una mano o quasi, il cambiamento in positivo lo noti. Eccome!

Fatta eccezione, come dicevo, per alcuni episodi legati per lo più a disagio dato da moccolotto al naso, respiro affannoso, raschietto in gola, varie e similari. Per non parlare delle volte (poche, per fortuna), che Veronica decide in piena notte di urlare “Mamma, pollo!”. E io che, assonnata e frastornata, cerco di capire se ha realmente fame o se sta semplicemente sognando. Triste a dirlo, ma di tutte le cose che poteva prendere da mia mamma, ha deciso di appropriarsi proprio del sonniloquio. Ma tant’è. E probabilmente anche questa peculiarità passerà. Ad ogni buon conto, sperando di non essermi attirata addosso la sfortuna di chi canta vittoria troppo presto, finalmente si ricomincia a riposare. Del sonno dei giusti (forse) e certamente del riposo tanto agognato dei gemellitori. Che non è poca cosa.

Buongiorno Coccinelle e grazie di averci messo, tutto sommato, non troppo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...