Cibo per la mente, Senza categoria

Combatti lo stress con le parolacce

Voglia di sfogarti? Sotto stress e non sai come uscirne? La soluzione arriva dall’America e porta il turpiloquio, ehm, la firma, del Dott. Ben Michaelis, psicologo, blogger per The Huffington Post e Psychology Today e autore del best seller Your Next Big Thing: Ten Small Steps to Get Moving and Get Happy (La tua prossima grande conquista: piccoli passi per procedere oltre e ritrovare la felicità). L’idea pare gli sia venuta dopo aver avuto a che fare, professionalmente parlando, con un’ampia gamma di pazienti, compresi imprenditori, autori, attori, musicisti, artisti e varie ed eventuali.

LibroBen Michaelis propone, in buona sostanza, un libro anti-stress per adulti, tutto da colorare, pieno di parolacce, animali, fiori e insulti di vario genere. Potrete pensare che una soluzione di questo tipo non faccia per voi: i libri da colorare, in fin dei conti, sono solo roba da bambini! E invece no. Sembra che il trend stia crescendo esponenzialmente in tutto il mondo. Vuoi per i risvolti economici (costano poco), vuoi per i risultati, che promettono essere sorprendenti. Il libro, pubblicato da relaxation4.me, è stato illustrato dall’artista Eva Parreño.

Parole d’ordine del libello sono positività, arte, relax e divertimento. 40 vignette, 9 illustrazioni anti-stress e 10 parolacce in ben 7 lingue diverse. Adatto anche ai poliglotti, insomma, che esaurite le ingiurie in italiano, possono così sfogarsi anche in altri idiomi. Traendone un ulteriore beneficio.

Il libro è diventato un fenomeno internazionale per diversi motivi: è un rimedio anti-stress garantito, costa poco, stimola la creatività e rende calmi, ci fa tornare indietro nel tempo (quando ancora si coloravano le cornicette), aumenta (così dicono) l’autostima e la sicurezza di sé. Se ancora non vi siete convinti, eccovi qui un assaggio delle parolacce che potrete trovare, colorare e dedicare a chi amate di più: bastardo, culona, leccaculo, imbecille, merdaccia, sei una merda. E via discorrendo, in un crescendo di improperi non proprio adatti alla pubblicazione sul blog. Il mio almeno.

Che lo stress sia un fenomeno in costante aumento oltre che un grave problema che affligge questo nostro secolo, è cosa risaputa. Secondo il terapista, nel momento in cui coloriamo, oltre a tornare bambini, il nostro cervello (o meglio il centro della paura, l’amigdala) fa una pausa, placando così la sensazione di stress.

Se poi ci pensate bene, colorare le parolacce è un sistema di rilassamento ancora più divertente: tutte quelle ingiurie volgari e che poco si addicono alla maggior parte di noi (anche se nel nostro io più profondo le spariamo alla velocità della luce, quando proprio non ne possiamo più) vengono servite su un piatto d’argento. Pardon, su un foglio bianco. Colorandole si libera la rabbia repressa e accumulata, senza contravvenire ai diktat imposti dai vari contesti sociali.

Il libro è disponibile su Amazon al costo di 8,95 € e lo potete ordinare cliccando qui.

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...